You Are Here: Home » Eventi e Turismo » DONNE SPECIALI

DONNE SPECIALI

DONNE SPECIALI

Sabato sulla Rete internet impazzava un dibattito sulle “donne speciali” e sulle difficoltà per esse di trovare degli “uomini speciali”.
Molte di loro hanno sofferto per raggiungere risultati impensabili ed alcune di esse sono arrivate ad ottenere risultati televisivi di indubitabile rilevanza o a primeggiare nell’editoria o in attività diverse. Ora raggiunto il podio della loro esistenza dibattono sulla difficoltà ad individuare i così detti “uomini speciali” dimenticando che per essere speciali bastano piccole azioni quotidiane che aiutano ad affrontare i mille problemi della vita. Pensandoci bene siamo tutti un po’ “speciali” dipende dalle pretese.

 

Riflettendo scopriamo che vi sono tante donne “speciali”: quelle che si alzano da casa all’alba per andare a servire altri simili privilegiati e ricchi, altre che a notte fonda salgono sui treni dopo una lunga e faticosa giornata di lavoro magari come badante, altre ancora che vivono la quotidianità lavorando duramente, crescendo i figli nonostante le lunghe notti passate ad aspettare un uomo che non torna mai o che torna a casa ubriaco e, a volte, violento, altre ancora che fanno due lavori per poter mantenere i figli per la mancanza del loro uomo. Tutte situazioni che la quotidianità ci presenta. Non sono speciali loro? Che “uomini speciali” possono desiderare tutte queste donne? Un uomo che torni a casa sobrio e che cresca insieme alla sua donna i figli e fare tante altre piccole cose che messe insieme fanno la grandezza del rapporto.

Ebbene molte di queste donne “speciali” che hanno vissuto o vivono la loro quotidianità fra mille difficoltà si sono riunite sabato sera al Ristorante Varesino La Fornarina a Cadrezzate (di fronte al Centro Europeo CCR di Ispra ex Euratom), grazie alla lungimiranza di Krizia Scogliamillo imprenditrice e sorella di una nota professionista del Varesotto esperta di Sistemi per il trattamento delle Acque.
Donne diverse dalle mille esperienze e provenienze, per raccontare tutte in sintesi fra una esibizione e l’altra (chi ha cantato, chi ha ballato, chi ha recitato e chi ha persino insegnato in 2 minuti il Merengue ad una persona fra il pubblico) la vita vissuta e finita bene.

Fra tutte queste “donne speciali” quasi tutte Over 40, alcune accompagnate dal marito altre dai figli in età matura, ve n’ era una dal nome Mitico “Mercedes” che si alza tutte le mattine all’alba per poter rifornire di carburante gli automobilisti ed un’altra con un’attività commerciale nel Verbano, terzo figlio di 15 mesi, che fra una pausa lavorativa, la cura del marito e dei figli fa attività subacquea nei laghi D’Orta e Maggiore.

Loro “donne speciali” e tutte le altre capitanate da Marta Lock una scrittrice che nella quotidianità del proprio lavoro coltiva la Sua grande Passione: Scrivere Romanzi. Una nota particolare che rende anche Marta Lock una “donna speciale”.
Una donna filiforme ma piena di energia , una vita trascorsa fra delusioni e viaggi rigeneranti, gli stessi che le hanno permesso grazie alla sua grande vena creativa di produrre ben 3 romanzi di successo fra cui “Notte Tunisina” “Quell’Anno a Cuba” e l’ultimo “Ritrovarsi a Parigi”.

A questo punto viene da pensare chissà quanti “uomini speciali” vorrebbero conoscere queste donne  che definire speciali è d’obbligo!

 

Grazie!

Maurizio Foschi

 

About The Author

Number of Entries : 133

Leave a Comment

Scroll to top